UTLO, un Ultra Trail internazionale

Dove: Omegna (VB)

Quando: 22 ottobre 2016

Da 240 a 1500 in sei anni: bastano questi due numeri a testimoniare il successo dell’Ultra Trail del Lago d’Orta, o UTLO, in programma sabato 22 ottobre con partenza e arrivo a Omegna (VB).

_dsc4740

L’alba vista da UTLO – foto tratta dal sito dell’evento | Foto di Ettore Sauro

Dal 2010, edizione “zero” dell’UTLO, quando si partiva ed arrivava a Pogno, ad oggi, lo staff dell’A.S.D Trail-Running ha affinato la propria macchina organizzativa passando da un evento con 2 soli tracciati, a una sorta di festival internazionale con 3 tracciati certificati ITRA e qualificanti UTMB e 2 eventi collaterali riservati ai neofiti.

Queste le distanze previste:

• 90.1 Km con 5.790 m D+ | partenza h 5.00
tempo massimo di 24 h
gara certificata ITRA che darà ai finisher 5 punti (new scale) o 3 punti (old scale) per le gare UTMB;
• 56.7 Km con 3.120 m D+ | partenza h 9.00
tempo massimo di 20 h
gara certificata ITRA che darà ai finisher 3 punti (new scale) o 1 punti (old scale) per le gare UTMB;
• 33.8 Km con 2.250 m D+ | partenza h 10.00
tempo massimo di 8 h
gara certificata ITRA che darà ai finisher 2 punti (new scale) o 0 punti (old scale) per le gare UTMB;
• 15 Km (circa ) con 800 m D+ | partenza h 10.45
per il minitrail ed il nordic walking.

Le iscrizioni, salvo alla prova da 15 km in Nordic Walking sono chiuse da tempo, e i numeri sono davvero impressionanti, soprattutto se rapportati alle difficoltà dei vari percorsi: 468 sulla 90 km, 312 sulla 57 km, 468 sulla 34 km e 221 sulla 15 km (esclusi quelli del nordic walking). Numeri che testimoniano, senza contare le quasi 30 nazionalità rappresentate, l’apprezzamento degli amanti di questa disciplina per l’organizzazione dell’ASD Trail Running, per il clima di festa che i paesi toccati dal percorso hanno saputo creare intorno a questo evento e per i meravigliosi panorami, dal Monte Rosa alla cornice dei laghi prealpini, che UTLO sa offrire ai partecipanti.

I percorsi sono tosti, caratterizzati da continui saliscendi che alla lunga si fanno sentire nelle gambe (e, a volte, anche nel morale) degli atleti, ma come detto grazie agli splendidi scenari che il Lago d’Orta presenta in questa stagione, non solo dal punto di vista paesaggistico, ma anche da quello culturale, all’accoglienza nei diversi paesi toccati e soprattutto nei punti ristoro, la smorfia di fatica dei partecipanti sfuma spesso in un sorriso.

Di alto livello come sempre anche la starting list: tra i tanti bei nomi come non sottolineare quello del recente vincitore del Tor des Geant, Oliviero Bosatelli, ma saranno davvero tanti i campioni che hanno deciso di onorare l’Ultra Trail del Lago d’Orta: insomma correndo, camminando o semplicemente facendo il tifo è una giornata da non perdere!

Commenta l'articolo

Ci farebbe piacere conoscere la tua opinione, lascia un commento qui sotto.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*