Campionato nazionale A.N.A. di sci di fondo

Dove: San Michele di Formazza

Quando: Sabato 11 febbraio 2017

L’Articolo 1 dello statuto dell’Associazione Nazionale Alpini recita così: ‘L’Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.) fondata nel 1919, ha sede in Milano, Via Marsala 9, ed è costituita tra coloro che hanno appartenuto od appartengono alle Truppe Alpine: alpini, artiglieri da montagna, genieri, trasmettitori, paracadutisti, militari dei Servizi in organico alle Truppe Alpine, i quali, nel presente Statuto, vengono tutti indicati con il nome generico di “Alpini”‘.

Gli “Alpini” sono da sempre tra i militari più amati, e chi ha svolto il servizio militare in quest corpo nella maggior parte dei casi rimane vincolato all’esperienza militare da un vincolo di appartenenza che rimane immutato negli anni.

Tra le tantissime iniziative che l’Associazione Nazionale Alpini organizza per mantenere vivo questo senso di appartenenza ci sono vari campionati sportivi, tra i quali spicca il Campionato Nazionale A.N.A. di Sci di Fondo che si disputerà domani, 11 febbraio, sulle nevi di San Michele in Val Formazza.

Giunto alla sua 82^ edizione, il campionato nazionale A.N.A. di sci di fondo è il più antico tra quelli organizzati dall’ANA e come dice il Presidente della Commissione Nazionale Sport ANA, Mauro Buttigliero, “Antico è sinonimo di Vecio, quindi per tutti noi alpini un gran complimento ma anche indicazione di rispetto”.

Organizzato dalla Sezione di Domodossola, il Campionato Nazionale ANA di Sci di Fondo si è già disputato in Val Formazza, a Valdo, nel lontano 1927, e fu vinto da Pio Imboden, formidabile atleta di casa; ma già l’anno prima, nel 1926 fu un atleta della Sezione domese a primeggiare, un altro formazzino, Zaverio Antonietti: in quegli anni la Val Formazza, culla dello sci di fondo italiano, spadroneggiava, al punto da vincere per ben 7 volte, tra il 1920 e il 1932, la “Valligiani”, la competizione a squadre di sci di fondo più importante dell’epoca.

Saranno circa 320 gli atleti partecipanti alle gare e due i percorsi previsti: uno da 10 km e uno da 5 per le diverse categorie previste: partenze ogni 30″, tecnica libera.

La grande novità della giornata sarà che le gare si svolgeranno in notturna; il primo atleta partirà infatti alle 17. La pista di San Michele sarà illuminata grazie ai volontari Aib, che hanno installato 14 torri faro alimentate
da generatori, mentre sulla salita più lunga saranno posizionate torce a vento.
La gara dovrebbe concludersi alle 21 con la fiaccolata finale e poi via alla grande festa della “Notte Verde”.

 

Commenta l'articolo

Ci farebbe piacere conoscere la tua opinione, lascia un commento qui sotto.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*