Melide – Verbania: che spettacolo!

Di meglio non si poteva chiedere: una giornata spettacolare ha fatto da cornice alla 18^ tappa del Giro d’Italia, la Melide – Verbania disputatasi il 28 maggio.

Solitamente LagoMaggioreSport non da molto spazio ai commenti delle gare, ma in questo caso non potevamo non raccontare questa meravigliosa giornata: le telecamere RAI hanno inquadrato in lungo e in largo le bellezze del Lago Maggiore e qui, più che descrivere la tappa, vogliamo riportare alcune sensazioni di una giornata indimenticabile.

IMG_9296 (Large)

Le volate della Gazzetta Cycling Cup – Foto di Flaviano Ossola

Fin dalla sera prima, con i mezzi RAI a “invadere” Piazza Garibaldi a Pallanza, si respirava l’aria del Grande Evento; il mattino della gara, già all’alba gli uomini di RCS erano impegnati ad allestire l’arrivo.

Transenne, tv compound, i diversi palchi; in poche ore in Piazza Garibaldi nasce un villaggio colorato e rumoroso: musica, gare ciclistiche per i più giovani, esibizioni e poi, circa un’ora prima dell’arrivo degli atleti, la Carovana Pubblicitaria, con i suoi balli e i suoi gadget.

Complice la bella giornata, l’atmosfera è davvero festosa e piano piano la piazza si riempie fino a diventare una sorta di piccolo stadio: gli ultimi 300 metri saranno tra due ali di folla.

Intanto, in Sala Stampa, presso la prestigiosa sede di Villa Giulia, giornalisti di tutte le nazioni scrivono i pezzi guardando la diretta RAI, salutando con espressioni di stupore quello che accade durante la tappa: e di cose ne sono accadute!

IMG_9825 (Large)

Gilbert a braccia alzate a Verbania – Foto di Flaviano Ossola

Le immagini dalla corsa raccontano infatti una gara molto combattuta, sia nella fuga che deciderà la tappa, con la vittoria di un campione come Philippe Gilbert, sia per la classifica generale, con Alberto Contador che, sfruttando anche una caduta in pianura del secondo in classifica, lo spagnolo Mikel Landa, si invola sin dalle prime battute della dura salita del Monte Ologno, andando a guadagnare ancora più di un minuto sugli avversari più diretti, Landa, appunto, e Fabio Aru. Tanta ma non tantissima gente sulle rampe del Monte Ologno: sul lago tanto pubblico lungo la strada, negli incroci, nelle curve e, come detto, vera folla all’arrivo.

Dopo le spettacolari premiazioni è il momento delle conferenze stampa, sempre a Villa Giulia: il primo ad arrivare è la Maglia Rosa Alberto Contador. I giornalisti sono molti, ma le domande sono quasi esclusivamente in spagnolo: è evidente che l’interesse sia soprattutto dei connazionali di Contador, mentre gli altri rappresentanti dei media sembrano ormai rassegnati al dominio del Pistolero. Meno affollata, ma più stimolante la conferenza del vincitore di tappa, Philippe Gilbert, che non si sottrae alle domande, anche curiose, dei giornalisti.

IMG_9672 (Large)

L’entusiasmo contagioso della Carovana – Foto di Flaviano Ossola

Ed è proprio dell’ex Campione del Mondo, la frase che conclude degnamente questa splendida giornata: “Per me questo sport, o mestiere, è passione”.

Commenta l'articolo

Ci farebbe piacere conoscere la tua opinione, lascia un commento qui sotto.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*