Swimrun Cheers, dopo lo sport una buona birra per integrare!

Dove: Verbania Pallanza

Quando: Sabato 3 e domenica 4 giugno 2017

Il 3 e 4 giugno 2017 ritornerà a Verbania Pallanza Swimrun Cheers.

Ma di cosa si tratta? In estrema sintesi, tanto sport e un’offerta di più di 50 etichette di birra artigianale da degustare con pizza.

Ma da dove nasce? “Da un mio sogno – afferma Diego Novella, organizzatore, che ha partecipato a due Campionati Mondiali di Swimrun e si definisce il primo italiano “swimrunner addicted” – diventato realtà grazie alla passione di altri folli come me e all’unione di due mondi, che si sposano perfettamente, lo Swimrun e la birra; non – continua Novella – una birra qualsiasi, ma quelle artigianale, che come lo sport, è cultura perché mette in relazione le persone promuovendo confronto e socialità”.

Sarà questo lo spirito dei partecipanti a questa due giorni con base a Verbania Pallanza, che porteranno sulle rive del Lago Maggiore uno sport praticamente sconosciuto in Italia, che viene dal Nord: è infatti nato nel 2002 in Svezia, grazie all’idea di Erika Rosenbaum.

Molto semplicemente, lo Swirun è uno sport che comporta l’alternanza di nuoto e corsa alternato; si corre con la muta, si nuota con le scarpe…
Il 3 giugno alle ore 07.00 le acque e le sponde del Lago Maggiore e deLago di Mergozzo ospiteranno una gara unica al mondo, sviluppata su due percorsi SHORT (20.385 m) e IRON (31.995 m).
La IRON prevede 17 frazioni alternate nuoto (9)/corsa (8), per un totale di 31.995 mt: 21.860 mt di corsa e 10.135 m di nuoto che porterà un’élite di 30 partecipanti a nuotare e correre in luoghi mozzafiato.

Swimrun Cheers è l’unica gara a poter offrire ai poter offrire ai partecipanti di raggiungere a nuoto le tre Isole Borromee, correrci sopra per poi arrivare a Stresa, passare per Baveno, Feriolo, il Lago di Mergozzo ritornare a Verbania Pallanza e dopo aver nuotato in senso antiorario l’Isolino di San Giovanni chiudere il percorso a Pallanza: 2 laghi e 4 Comuni, non è uno scherzo!
Altra particolarità di Swimrun Cheers è che non esiste una classifica finale, perché la vera vittoria è finirla e poter gridare “…io l’ho finita!”. Inoltre il “finisher” non riceverà una medaglia ma una scheggia di marmo di Candoglia, a ulteriore valorizzazione territorio.

L’altra grande protagonista del progetto SWIMRUN CHEERS, oltre allo sport è, come detto, la birra.

Grazie a FMedia,  a Verbania Pallanza verrà allestito un village dove a partire dalle ore 11 nei giorni del 3 e 4 giugno – no stop – si potranno testare oltre 50 tipi di birra artigianale proposte direttamente dai produttori  e da gustare insieme alle pizze preparate dallo staff di Anema & Core – Festival Pizza che per l’occasione allestirà un forno sul lungolago.
Per saperne di più basta visitare il sito dell’evento.

Commenta l'articolo

Ci farebbe piacere conoscere la tua opinione, lascia un commento qui sotto.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati*